Passeggeri andata
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
  • Adulti

    Dai 12 anni
  • Bambini

    4 - 11 anni
  • Infanti

    Fino a 3 anni
  • Animali

    Cani, gatti, altro
Conferma passeggeri
Passeggeri ritorno
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
  • Adulti

    Dai 12 anni
  • Bambini

    4 - 11 anni
  • Infanti

    Fino a 3 anni
  • Animali

    Cani, gatti, altro
Conferma passeggeri
 

Scegli il biglietto

Indietro
Eolie tutto l'anno!

Eolie tutto l'anno!

Tu sei qui

Scopri la promozione

A partire da ottobre, con la promozione "Eolie tutto l'anno", potrai approdare a tariffe speciali a Lipari, Salina e Vulcano vivendole da una prospettiva inusuale ma soprattutto unica.

Non importa se viaggi in auto o in moto, da solo o con la tua famiglia. La nostra offerta su misura ti garantisce un’immersione nella cultura, nel calore, negli odori, nei sapori dei luoghi del mito.

Ecco le nostre offerte:

  • Milazzo - Vulcano o Milazzo - Lipari A/R per massimo 5 passeggeri con auto al seguito a 130,00 €
  • Milazzo - Salina A/R per massimo 5 passeggeri con auto al seguito a 150,00 €
  • Milazzo - Vulcano o Milazzo - Lipari A/R per massimo 2 passeggeri con moto al seguito a 50,00 €
  • Milazzo - Salina A/R per massimo 2 passeggeri con moto al seguito a 60,00 €

(I prezzi si intendono esclusi di eventuali tasse di sbarco)

Cogli l’occasione, chiama il nostro Help Desk al numero 090.5737 e prenota!

Prenota ora

Limitazioni

I biglietti acquistati in promozione potranno essere annullati e modificati secondo quanto previsto dalle condizioni di trasporto.
La prenotazione con la Promo dovrà essere necessariamente di andata/ritorno.
La promozione non potrà essere cumulata con altre offerte.

Salina

Scopri il fascino delle isole Eolie

Le Eolie, sette isole adagiate al nord della costa siciliana, sono state proclamate Patrimonio dell’Umanità nel 2000 dall’Unesco.

Un territorio che offre innumerevoli spunti per scoprire la storia di una presenza umana che dura da 7.000 anni e che ha disseminato ovunque le sue tracce. Gli straordinari paesaggi, la diversità floro-faunistica e le splendide spiagge rendono l’arcipelago una delle destinazioni turistiche più gettonate, da vivere tutto l’anno.

Parti alla scoperta delle isole Eolie e scopri gli itinerari e i principali luoghi di interesse.

Lipari

Lipari

Il fascino dell'isola ma anche quello del borgo, con il castello e gli scorci pittoreschi. Quando si parla di Lipari, la principale delle isole Eolie per estensione e popolazione, c'è qualcosa di più del leggendario mare dell'arcipelago da raccontare. Un quid che rende l'isola un luogo sorprendente e  pieno di fascino anche per una visita fuori stagione.

Cosa vedere a Lipari

Lipari, infatti, è l'unica delle isole eoliane ad avere un assetto urbano che si è sviluppato attorno al suo castello, cuore del centro storico del borgo. Quel castello, retaggio di epoche lontane e di stratificazioni storiche, che domina il paese e che ospita oggi il Museo Eoliano intitolato al grande archeologo Luigi Bernabò Brea. Oltre 40 sale con reperti di straordinario valore. La cinta fortificata non è certo l'unico monumento degno di una visita.
Da ammirare la Cattedrale di San Bartolomeo, votata nel 1084 e probabilmente edificata nel XII secolo e rimaneggiata in più epoche, fino al 1861. Aperto d'estate ma su richiesta anche da ottobre a giugno l'Ecomuseo della Memoria, che ripercorre la storia delle Terme di San Calogero e della pomice di Lipari.

Lipari

Per gli appassionati di trekking, diverse le possibili escursioni naturalistiche, come il percorso Cave di Caolino-Terme di San Calogero o l'escursione al Monte Pilato per il sentiero che attraversa l’antica colata delle Rocche Rosse, con la vista di un panorama unico.

Un’isola da gustare: cosa mangiare

E per chi non si sazia solo di storia e monumenti, ma vuole assaporare il gusto di Lipari, imperdibili sono i dolci tipici dell'isola: le “nacatole” e gli “spicchitedda”. Le prime hanno una pasta esterna a base di farina, strutto, uova e zucchero e una interna fatta di un impasto di mandorle, zucchero, succo di mandarino e spezie varie. Ma la particolarità di questo dolce eoliano sta soprattutto nella sua forma: la pasta esterna infatti viene decorata con l'uso di pinzette e lamette con lavorazioni che sembrano veri e propri ricami.
Gli spicchitedda si preparano durante il periodo natalizio. I dolci sono caratterizzati da un colore bruno acceso dovuto all'uso di mosto cotto, comunemente detto vino cotto, e sono molto speziati. L'impasto è composto da farina, zucchero, vino cotto, strutto e aromatizzato da chiodi di garofano, scorza d'arancia o mandarini e cannella. Leccornie che non possono mancare sulla tavola natalizia, nei giorni in cui Lipari si trasforma in una sorta di grande presepe vivente, con mercatini, vie e stradine illuminate. Infine, il famoso Presepe del Mare, perennemente allestito nella Chiesa delle Anime del Purgatorio.

Salina

Salina

Scoprire Salina fuori dai mesi estivi significa entrare in contatto con una realtà fatta di colori, profumi e sapori. Uno scenario altrettanto suggestivo rispetto a quello della bella stagione ma senz'altro meno affollato e più raccolto. E su tutto, un colore dominante, quello dell'isola: il verde.

La seconda per grandezza delle Eolie riserva al visitatori fuori stagione più di una attrazione.

Cosa vedere e cosa fare a Salina

C'è la natura, con i due picchi, Monte Fossa delle Felci (la montagna più alta dell'Arcipelago) e Monte dei Porri e tra i due l'incantevole Valdichiesa. Si tratta di aree di riserva naturale con vegetazione mediterranea e boschiva da scoprire a piedi lungo sentieri ben segnati, un luogo ideale per gli amanti del trekking. Il profumo dei fiori accompagna per tutto il percorso.

Salina

Il panorama, sempre differente, offre scorci di Panarea e Stromboli, di Filicudi e Alicudi, di Vulcano e Lipari.

Questa è la più verde delle Eolie con bouganville, oleandri e ginestre. E poi, ovviamente, il cappero e la vite.

Una rilassante passeggiata nel paesino di Santa Marina può precedere una puntata alla celebre spiaggia di Pollara. Qui fu girato Il Postino, qui Massimo Troisi recapitava la corrispondenza a Philippe Noiret-Pablo Neruda.

Da vivere e gustare c'è poi Malfa, con i suoi negozi, le sue casette e i suoi sapori eoliani, tra capperi e Malvasia. Lì si fa ammirare la cucina della giovanissima chef stellata Martina Caruso, del Signum.

Vulcano

Vulcano

Una gita fuori stagione alle isole Eolie? Non può prescindere da Vulcano, una delle più suggestive perle dell'arcipelago, la più vicina alla Sicilia delle sette sorelle.

Cosa vedere a Vulcano

Per gli amanti delle passeggiate nella natura, l'isola offre scenari di straordinaria bellezza anche lontano dalla stagione estiva. Come quello del Cratere della Fossa, teatro dell’ultima eruzione della storia dell’isola. La visita consente di godere una indimenticabile vista sull’arcipelago. È un viaggio che permette di ascoltare la voce più antica delle Eolie, quella autentica e selvaggia, riscoprendo i segni lasciati da una perduta cultura contadina e le peculiarità della biodiversità delle isole.

Vulcano

Zaino in spalla, in primavera e in autunno si possono ammirare questi scenari di natura selvaggia, sabbie nere e crateri, perdere lo sguardo nel giallo delle ginestre immergendosi nella parte interna dell'isola, il Piano, un mondo bucolico completamente diverso dalla costa. Il tutto, accompagnando la visita con i sapori dell'isola: granite, ricottine, caponate.

Anche Vulcano, come altre isole dell'arcipelago, è stata set di un film, l’omonima pellicola con protagonista Anna Magnani, che lo girà dopo la rottura con Roberto Rossellini che con la sua sua nuova compagna Ingrid Bergman stava girando “Stromboli” nello stesso periodo, un triangolo di passioni d'altri tempi raccontato da Marcello Sorgi nel libro “Le amanti del Vulcano”.