Passeggeri andata
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
  • Adulti

    Dai 12 anni
  • Bambini

    4 - 11 anni
  • Infanti

    Fino a 3 anni
  • Animali

    Cani, gatti, altro
Conferma passeggeri
Passeggeri ritorno
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
  • Adulti

    Dai 12 anni
  • Bambini

    4 - 11 anni
  • Infanti

    Fino a 3 anni
  • Animali

    Cani, gatti, altro
Conferma passeggeri
 

Scegli la tratta

Passeggeri

Non conosci la targa del veicolo?

Scegli il biglietto

Indietro

Tu sei qui

Leggi tutte le notizie di Gruppo Caronte & Tourist
Martedì, 22 Dicembre, 2020 - 12:00

Salvata Caretta caretta al Molo Norimberga. Le operazioni della CP e dell'equipaggio Cartour Delta

Salvataggio caretta caretta

Stanotte alle 23,30 circa uno dei piazzalisti in servizio al Molo Norimberga del Porto di Messina ha casualmente avvistato una tartaruga che nuotava molto lentamente a pelo d’acqua.

Resosi conto che questo è il comportamento tipico di una tartaruga in difficoltà ha fatto in modo che fossero allertati sia la Capitaneria di Porto, che ha prontamente inviato una motovedetta, sia il Comando della nave Cartour Delta che si trovava agli ormeggi proprio al Molo Norimberga.

Le operazioni di recupero sono state tuttavia meno facili del previsto. Intanto perché la tartaruga si era allontanata puntando verso il mare aperto, poi perché la motovedetta della CP ha faticato non poco a manovrare in spazi obiettivamente ridotti a causa della presenza di bitte e cavi di ormeggio.

Il Comando della Cartour Delta ha infine ordinato ad un paio di membri dell’equipaggio di tentare di abbordare la tartaruga utilizzando una più manovrabile pilotina.

Decisione che si è rivelata risolutiva poiché a un’ora dal primo avvistamento un motorista è finalmente riuscito ad agguantare l’ormai esausto animale, subito trasferito sulla Motovedetta 825 della CP.

La tartaruga (un bellissimo esemplare di Caretta caretta) è stata consegnata ai militari della Capitaneria di Porto.

Come da consuetudini la tartaruga sarà adesso sottoposta agli esami del caso da parte delle autorità sanitarie veterinarie che dovranno accertarne lo stato di salute.