Parti con noi!








NEWS

SOSPENSIONE CORSE

Messina, 5 Gennaio 2017
A causa delle avverse condizioni metereologiche Cartour comunica che saranno sospese le seguenti corse:

Salerno- Messina
del 5/1/17

Messina-Salerno
del 6/1/17

Salerno- Messina
del 6/1/17

Messina – Salerno
del7/1/17


La linea sarà attiva sulla tratta Salerno- Messina, sabato alle 14:30.


contattaci per assistenza ed informazioni contattaci per assistenza ed informazioni Certificazione RINA

Informazioni: Stretto di Messina – Condizioni di Trasporto


CONDIZIONI GENERALI PER IL TRASPORTO DEI PASSEGGERI E VEICOLI AL SEGUITO

1 - DEFINIZIONI

Per Passeggero si intende ogni persona trasportata in base al biglietto di passaggio emesso dal Vettore. Per Vettore e/o Società si intende la CARONTE & TOURIST. Il Vettore si impegna a trasportare il passeggero e i(l) veicoli (o) al seguito alle seguenti condizioni che, prima dell’acquisto del biglietto il passeggero può esaminare sul sito www.carontetourist.it, presso le biglietterie e a bordo delle navi sociali e che, con l’acquisto del biglietto, il passeggero si obbliga a osservare integralmente.

2 - BIGLIETTO DI PASSAGGIO

Per viaggiare sulle navi della Società, sulla tratta Messina – Villa San Giovanni – Messina, ogni passeggero deve prima munirsi di regolare biglietto di passaggio (ovvero di titolo di viaggio equipollente), da acquistare presso le biglietterie site sui piazzali d’imbarco e/o abilitate al servizio o tramite il booking on line sul sito www.carontetourist.it. Il semplice acquisto e l’utilizzo del biglietto comportano l’accettazione senza riserva delle presenti condizioni generali di trasporto. Il biglietto è personale, non cedibile, né trasferibile e deve essere custodito diligentemente dal passeggero ed esibito - prima dell’imbarco o a richiesta - al personale addetto al controllo. Prima dell’imbarco o all’arrivo il biglietto deve essere sempre obliterato da parte del personale preposto al quale il passeggero è tenuto a presentare il biglietto. L’abbonamento passeggeri è personale, non cedibile, né trasferibile e deve essere custodito diligentemente dal passeggero ed esibito - prima dell’imbarco o a richiesta - al personale addetto al controllo. Al fine di accertare l’identità del possessore, il personale preposto può richiedere al passeggero di esibire un documento di riconoscimento congiuntamente all’abbonamento. L’utilizzo dell’abbonamento passeggeri è soggetto alle presenti condizioni generali di trasporto, oltre che a quelle riportate nell’abbonamento, che tutte si intendono conosciute e accettate dal passeggero. ovvero il titolo di viaggio equipollente)I passeggeri con veicolo al seguito, muniti di regolare biglietto ovvero di titolo di viaggio equipollente, hanno diritto a imbarcarsi - nell’ordine che sarà determinato dal Comandante e/o suoi preposti - con precedenza rispetto ai passeggeri privi di veicolo al seguito, i quali possono imbarcare solo dopo il completamento dell’imbarco dei veicoli, e, – comunque,– fino a esaurimento del numero massimo di passeggeri trasportabili dalla nave secondo legge. A norma dell’art. 399 del codice della navigazione, il passeggero, che a bordo della nave risulti sprovvisto di regolare biglietto (ovvero di titolo di viaggio equipollente) e che non abbia dato immediato preavviso al Comandante della nave, è tenuto al pagamento del doppio dell’importo del biglietto a prezzo intero, fatto salvo in ogni caso il diritto della Società al risarcimento dei danni. Il passeggero in possesso di un titolo di viaggio sprovvisto di relativa obliterazione è tenuto al pagamento del doppio dell’importo del biglietto a prezzo intero, fatto salvo in ogni caso il diritto della Società al risarcimento dei danni.

Ai sensi dell’art. 22 del d.P.R. 633 del 26.10.72 e successive modifiche, le fatture dei biglietti validi per la linea Messina‐Villa San Giovanni possono essere richieste esclusivamente al momento dell’acquisto del titolo di viaggio e prima dell’emissione dello stesso.

2.1  Acquisto del biglietto via Web solo per passeggeri con al seguito auto, moto, caravan o pullman, con esclusione di mezzi commerciali di trasporto.

Nel caso di acquisto via Web il biglietto di passaggio è regolato come segue :

  • per l’acquisto via Web del biglietto di passaggio, il passeggero deve preventivamente effettuare la registrazione, sul sito internet www.carontetourist.it, dei dati personali ed eventuali dati per la fatturazione;
  • successivamente alla prima registrazione viene inviato via mail un codice personale con relativa password che il passeggero deve utilizzare per gli accessi successivi;
  • il passeggero deve selezionare tratta, data partenza (non orario) e tipologia di biglietto;
  • il biglietto acquistato via Web può essere pagato solo con carta di credito;
  • avvenuto il pagamento del biglietto, il passeggero riceve, sull’indirizzo di posta elettronica fornito al momento della registrazione,  il biglietto/fattur;.
  • il giorno della partenza, il cliente, con il suddetto biglietto, deve recarsi presso le  biglietterie della Società, dove è disponibile una fila dedicata al Web Check-In.
  • l’operatore addetto al Web Check-In, tramite il codice a barre oppure tramite il PNR (codice alfanumerico di 5 cifre) apposti sul biglietto inviato via mail, stampa e consegna al cliente il biglietto RFID;
  • solo con il biglietto RFID consegnato dalla biglietteria il cliente può procedere per l’imbarco;
  • prima dell’imbarco il biglietto RFID deve essere mostrato al personale presente sul piazzale di imbarco per procedere alla timbratura elettronica del biglietto stesso;
  • nel caso in cui il biglietto non sia utilizzato, lo stesso è rimborsabile;
  • nel caso di biglietto A/R, qualora il biglietto sia utilizzato solo per una tratta, lo stesso è rimborsabile decurtando dal totale il costo della singola tratta, trattenendo lo sconto effettuato per i biglietti A/R;
  • il rimborso del biglietto non usufruito può essere richiesto inviando una mail al seguente indirizzo servizioclienti@carontetourist.it.
  • ove il rimborso sia chiesto prima dell’emissione del biglietto RFID, il rimborso può effettuarsi tramite storno sulla carta di credito;
Il biglietto acquistato via Web non concede al passeggero con veicolo al seguito alcun privilegio sull’imbarco.

 

3 - PREZZO DI PASSAGGIO

Il prezzo indicato nel biglietto è quello in vigore alla data di emissione dello stesso. Sono, inoltre, a carico del passeggero, se previsti, le spese, tasse e diritti di imbarco e sbarco, bollo, ecc. Qualora il biglietto venga acquistato presso la biglietteria posta nell’area di imbarco di Villa San Giovanni, al prezzo del biglietto si applica una maggiorazione per uso biglietteria area imbarco di € 3,00 su biglietti validi per il trasporto di passeggeri con veicoli al seguito e di € 8,00 per i pullman e automezzi commerciali. In caso di pagamento con carte di credito, è prevista la maggiorazione corrispondente al costo applicato dal gestore della carta.

4 - ANTICIPI/RITARDI DI PARTENZA O DI ARRIVO - SOPPRESSIONE DI PARTENZA - MODIFICHE DI ITINERARIO

La Società ha la facoltà di sopprimere la partenza annunciata, di aggiungere od omettere scali, di far iniziare il viaggio da un porto diverso da quello stabilito, di cambiare itinerario, di destinare la nave ad altra linea, di anticipare o ritardare la data o l’orario di partenza (orario che si intende meramente indicativo). Il Comandante ha piena facoltà di procedere senza pilota, di rimorchiare e assistere altre navi in qualsiasi circostanza, di deviare dalla rotta ordinaria in qualsiasi direzione per qualsiasi distanza e qualsiasi scopo, di scalare sia prima che dopo la partenza qualsiasi porto o porti che si trovino o meno sull’itinerario della nave, anche se in direzione contraria od oltre l’usuale rotta, sia retrocedendo che avanzando in qualsiasi ordine e a qualsiasi scopo, una o più volte, di trasferire il passeggero e il veicolo su qualsiasi altra nave o mezzo di trasporto, appartenenti o meno alla Società, diretti al porto di destinazione. L’orario di arrivo, se specificato nel biglietto, o altrimenti comunicato dalla Società o dai propri preposti è puramente indicativo e il vettore non è responsabile per eventuali ritardi. In ogni caso, fermo quanto precede, la soppressione del viaggio, il ritardo e l’interruzione del viaggio sono disciplinati esclusivamente dal Regolamento UE/1177/2010, visionabile sul sito www.carontetourist.it, presso le biglietterie e a bordo delle navi sociali, fatto salvo solo quanto previsto dall’art. 405 del codice della navigazione con riferimento all’interruzione del viaggio.

5 - IMBARCO E SBARCO VEICOLI

I veicoli sono chiamati all'imbarco nell'ordine disposto dal Comandante della nave e/o dai suoi ausiliari e preposti. Le operazioni di imbarco dei veicoli, compresa la loro sistemazione nel posto assegnato a bordo, le operazioni di sbarco, nonché l'eventuale trasferimento del veicolo dal posto di parcheggio alla nave e/o l'eventuale trasferimento del veicolo dalla nave al posto di parcheggio, sono sempre effettuati a cura, rischio e responsabilità esclusivi del passeggero. Il passeggero rimane, inoltre, esclusivamente responsabile di eventuali danni al proprio veicolo, alle merci e ai bagagli ivi contenuti, alla propria persona, nonché alle persone presenti sul veicolo. Il passeggero è, inoltre, esclusivamente responsabile di eventuali danni arrecati a terzi, loro veicoli, merci e bagagli. Il conducente o il responsabile del carico deve provvedere prima dell'imbarco sulla nave alla copertura del carico sul veicolo. Pertanto, il conducente rimane responsabile, solidalmente con il proprietario del carico e il caricatore/mittente (se diversi dal conducente), per i danni alla società e a terzi derivanti dalla inosservanza delle dette prescrizioni. Il veicolo, comprensivo di eventuale rimorchio e/o roulotte, con quanto ivi contenuto, in assenza di apposita dichiarazione scritta del passeggero, si intende accettato dal Vettore ,senza dichiarazione di valore: pertanto, la responsabilità del Vettore per perdita e/o danni al veicolo, fermi gli esoneri e la franchigia di cui alla successiva clausola n. 12, non può eccedere il limite di legge. È obbligatorio per i conducenti dei veicoli al seguito, una volta che il veico lo sia giunto nel posto assegnato a bordo: innestare la marcia bassa e tirare al fondo il freno di stazionamento, togliere le chiavi dal cruscotto e spegnere ogni apparato elettrico, disinserire l’impianto di allarme, assicurarsi che portiere e bagagliaio siano ben chiusi, non rispondendo il vettore di eventuali ammanchi di eventuali bagaglio e/o oggetti personali all’interno del veicolo. È, altresì, vietato sostare negli autoveicoli, nei camper e pullman dopo l’imbarco, per tutta la durata della navigazione e comunque fino a quando, giunta la nave al porto di sbarco, il personale di bordo non abbia autorizzato l’accesso dei passeggeri al locale garage. È, inoltre, obbligatorio per tutti i conducenti di Camper e Roulotte: chiudere tutte le valvole di intercettazione gas e disinserire gli apparati elettrici. Lo stato in cui viene lasciato il veicolo deve rispettare le modalità previste dall’Autorità marittima. È obbligatorio dichiarare al momento dell’acquisto del biglietto o al Comando di bordo, al più tardi prima dell’imbarco, il trasporto di veicoli alimentati a gpl/metano o altri gas.

6 - NORME DA OSSERVARSI DAL PASSEGGERO

II passeggero deve osservare le prescrizioni delle leggi italiane, comunitarie ed estere, nonché i regolamenti della Società e le disposizioni date dal Comandante della nave. Inoltre, il passeggero, risponde direttamente verso la Società di tutte le contravvenzioni, molestie, multe e spese alle quali, per fatto suo, la Società sia assoggettata dalle Autorità portuali, doganali, sanitarie e/o da qualsiasi altra Autorità di qualsiasi paese. Resta, altresì, pattuito che i minori devono essere tenuti sotto la continua sorveglianza dai genitori e/o persone a ciò preposte e non possono circolare per la nave senza essere accompagnati. In caso di emergenza, i passeggeri devono mettersi a disposizione del Comandante e degli Ufficiali e devono eseguire disciplinatamente gli ordini e le prescrizioni da questi ricevute. Il proprietario dell’automezzo risponde dei danni e degli inconvenienti tutti che possano derivare alla società e/o a terzi da infedele o inesatta dichiarazione della qualità della merce trasportata. Fermo quanto precede, in conformità alle vigenti norme, i passeggeri possono essere in qualsiasi momento soggetti a ispezione del bagaglio e/o richiesta di esibizione di documenti di identità da parte degli Ufficiali della nave.

7 - CONDIZIONI SANITARIE DEL PASSEGGERO

Il Comandante ha la facoltà di rifiutare il passaggio a chiunque si trovi, a giudizio della Società stessa, in condizioni fisiche o psichiche tali che non gli consentano di affrontare il viaggio o a chiunque risulti, per abuso di stupefacenti, allucinogeni, alcool, malattia o infermità, pericoloso per gli altri passeggeri. In tali casi, il passeggero non ha diritto al risarcimento di danni ed è responsabile dei danni arrecati alla nave, a tutte le sue dotazioni ed equipaggiamenti, a terzi, nonché alle cose di terzi. L’accettazione del passeggero a bordo da parte della Società non deve essere considerata come rinuncia della Società al suo diritto di far valere in seguito le sue riserve sulle condizioni del passeggero, che siano conosciute o meno dalla Società al momento dell’imbarco e/o partenza della nave. L’esercizio di tali facoltà da parte del Comandante e/o della Società avviene nel rispetto della normativa vigente e, relativamente alle persone con mobilità ridotta, in conformità alle previsioni degli artt. 7 e 8 del Regolamento UE n. 1177/2010.

8 - ESPLOSIVI, INFIAMMABILI E MATERIE PERICOLOSE

È severamente proibito al passeggero di includere nel bagaglio o nelle cose di sua proprietà, sistemate a bordo dei veicoli, residui industriali o sostanze esplosive e/o infiammabili o altrimenti pericolose per la sicurezza della nave, del carico oppure per l’incolumità degli altri passeggeri e dei membri dell’equipaggio. Il conducente e/o il proprietario del carico dichiara, sotto la propria personale responsabilità, che l’automezzo non trasporta materiali o merci infiammabili, esplosivi, corrosivi o comunque pericolosi per il traghettamento. Il proprietario dell’automezzo risponde dei danni e degli inconvenienti tutti che possano derivare alla società e/o a terzi da infedele o inesatta dichiarazione della qualità della merce trasportata. Nel caso di violazione di tale divieto, il Comandante è autorizzato a sequestrare o distruggere tali sostanze senza che il passeggero possa pretendere alcuna indennità. Il passeggero, inoltre, è responsabile delle conseguenze derivanti dalla violazione del presente divieto.

9 - ARMI

All'atto dell'imbarco, il passeggero ha l'obbligo di consegnare in custodia al Comandante tutte le armi bianche e/o da fuoco in suo possesso. In caso di inosservanza, i contravventori sono passibili di confisca delle armi e di deferimento all'Autorità giudiziaria competente.

10 - ANIMALI

Il trasporto di animali domestici di taglia piccola (gatti, cani, ecc.), al seguito dei passeggeri, è consentito, purché siano muniti di certificato di buona salute. In conformità alle normative igienico - sanitarie, gli animali domestici, quando accettati dalla Società, devono viaggiare nei locali a loro riservati, essendo assolutamente vietato ai passeggeri di tenerli nei locali sociali. I passeggeri sono responsabili per qualsiasi eventuale danno provocato alle cose o a terzi dai loro animali. Il Vettore declina qualsiasi responsabilità per eventuale sequestro o soppressione degli animali da parte delle Autorità sanitarie del porto di sbarco/imbarco, nonché per lesioni, perdita o morte degli stessi verificatesi durante il trasporto o durante l’imbarco e/o lo sbarco. L’imbarco di animali domestici non di piccola taglia è soggetto all’insindacabile permesso da parte del Comandante della nave. In caso di autorizzazione all’imbarco, i cani non di piccola taglia devono essere muniti di museruola e di guinzaglio durante tutta la durata del viaggio. In ogni caso, il trasporto di tutti gli animali (di piccola taglia e non) avviene sempre a esclusivo rischio del passeggero e/o del loro proprietario e la loro ammissione a bordo da parte del Comandante non costituisce assunzione di responsabilità alcuna da parte della nave e del Vettore.

11 - LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE

II contratto di trasporto passeggeri, loro bagaglio e veicoli al seguito è regolato e interpretato secondo la legge italiana. Per qualsiasi controversia, relativa all’nterpretazione e/o esecuzione del presente contratto di trasporto, è esclusivamente competente il foro di Messina.

12 – RECLAMI

Il Vettore non risponde di perdite e/o avarie sia ai veicoli e/o contenitori sia alla merce ivi contenuta, che possano verificarsi prima e durante l’imbarco, anche a bordo della nave, durante la navigazione (fatta salva la sola ipotesi di colpa grave del Vettore), nonché durante o successivamente allo sbarco. Fermo quanto precede, eventuali danni ai veicoli o qualsiasi altro evento dannoso avvenuto durante il trasporto devono essere fatti constatare dal passeggero al Comando della nave ovvero agli agenti e/o agli Ufficiali di bordo – a pena di decadenza – prima dello sbarco. Allo scopo, il passeggero deve presentare denuncia a uno degli ufficiali di bordo che provvede alla constatazione con apposito modulo, che deve essere sottoscritto dal passeggero. In caso di sinistro a bordo, il passeggero è comunque tenuto a denunciare immediatamente l’accaduto al Comandante che provvede, qualora se ne presenti la necessità, a redigere l’eventuale verbale per avviare le opportune pratiche assicurative. In caso contrario, e dunque in assenza di un verbale del Comandante in servizio, la società non accetta alcuna denuncia riguardante sinistri verificatisi a bordo delle proprie navi e/o nelle aree di propria competenza. Per i bagagli e gli oggetti non consegnati dal passeggero al Vettore, quest’ultimo non è responsabile della perdita e/o delle avarie, se non quando il passeggero provi che le stesse siano state determinate da causa imputabile al Vettore stesso. Il Vettore non risponde di danni e/o avarie imputabili ad atti od omissioni di terzi. Fatti salvi tutti i limiti di legge applicabili, la responsabilità del Vettore è comunque soggetta ad una franchigia di 330 unità di conto, in caso di danni a un veicolo, e a una franchigia di 149 unità di conto (per passeggero), in caso di perdita o danni ad altri bagagli.

13 – PASSEGGERI DISABILI/ PERSONE A MOBILITÀ RIDOTTA

Il Vettore accetta prenotazioni di persone con disabilità e a mobilità ridotta alle stesse condizioni applicabili a tutti gli altri passeggeri. In conformità al Regolamento UE/1177/2010, anche al fine di permettere al Vettore di ottemperare a quanto di sua competenzar , è onere delle persone disabili e a mobilità ridotta segnalare per iscritto, al momento della prenotazione o dell’acquisto anticipato del biglietto, le loro esigenze specifiche per la sistemazione, il posto a sedere, i servizi richiesti o la necessità di trasportare apparecchi medici. Fermo quanto precede, le stesse devono comunque informare anche in via elettronica il Vettore o l’operatore del terminale con almeno quarantotto ore d’anticipo e presentarsi in un luogo designato almeno 60 minuti prima della partenza. Il Vettore può rifiutare di accettare una prenotazione, di emettere un biglietto o imbarcare una persona con disabilità o una persona a mobilità ridotta ai fini dell’osservanza di obblighi applicabili in materia di sicurezza stabiliti dalla legislazione internazionale, dell’Unione europea o nazionale ovvero ai fini dell’osservanza di obblighi in materia di sicurezza stabiliti dalle Autorità competenti, ovvero qualora la progettazione della nave o dell’infrastruttura e dell’attrezzatura del porto renda impossibile l’imbarco, lo sbarco o il trasporto in condizioni di sicurezza. In tale caso, il Vettore informa la persona disabile o la persona con mobilità ridotta e procede al rimborso in caso di emissione del biglietto. Qualora sia strettamente necessario, il Vettore può esigere che una persona a mobilità ridotta sia accompagnata da un’altra persona in grado di fornirle assistenza. Fatti salvi i diritti di cui al Regolamento UE/1177/2010, in caso di perdita o di danni ad ausili alla mobilità o ad altre attrezzature specifiche utilizzate da un passeggero a mobilità ridotta, il risarcimento corrisponde al valore di sostituzione dell’apparecchiatura in questione o, se del caso, ai costi di riparazione.